Ricerca 0 Carrello: Elementi) -

Sicurezza hardware: modalità di protezione

Esistono diversi tipi di protezione riconosciuti dalla IEC (International Electrotechnical Commission) e dal CENELEC (European Committee for Electrotechnical Standardisation). Ogni tipo di protezione è simboleggiato da una lettera che compare sull'etichetta ATEX dell'apparecchiatura.

Dal 1° luglio 2006, le norme EN50014 e EN50028 sono state sostituite dalle norme EN60079 e EN61241 elencate nella tabella seguente.

Su un'apparecchiatura possono essere utilizzati diversi tipi di protezione. In questo caso, i simboli appaiono uno dopo l'altro (ad esempio, Ex ib IICT4).

I metodi di protezione più comuni per gli interruttori ATEX di illuminazione e bassa tensione sono le custodie antideflagranti ATEX "d" ed "e" per una maggiore sicurezza.

Custodia antideflagrante "d

I componenti che generano gli archi sono racchiusi in un involucro che deve svolgere tre funzioni:

- Contenere un'esplosione interna senza subire deformazioni permanenti.

- Per garantire che il contatto non possa essere trasmesso all'atmosfera circostante.

- In qualsiasi punto esterno, una temperatura inferiore alla temperatura di autoaccensione dei gas presenti.

Gli standard stabiliti per i valori di gap "i" e lunghezza del punto (L) a seconda del gruppo di gas. Le custodie antideflagranti sono solitamente realizzate in alluminio fuso o in lega (minimo IP54) e richiedono una manutenzione regolare e accurata (lubrificazione dei giunti e coppie di serraggio).

Maggiore sicurezza "e

Ogni componente è progettato per non generare scintille o surriscaldamento, perché:

- Le distanze sono maggiori

- I terminali sono specifici (senza rilascio in oro)

- L'involucro è almeno IP54, antistatico, in materiale resistente agli urti (7 Nm).

Le custodie di sicurezza maggiorate sono solitamente realizzate in poliestere o poliammide rinforzata.

Il collegamento dei cavi deve essere rigoroso (spelatura e serraggio) e devono essere rispettate le istruzioni relative alle tensioni e alle correnti di esercizio. La classe di temperatura tiene conto del punto più caldo dell'unità.

Modalità di protezione

TECHNIQUE DE PROTECTION
ApplicationType de protectionMarquageNormes En/CEI
Toutes applicationsExigences générales-60079-0
Postes de commande, moteurs, fusibles, matériel de commutation. électronique d' alimentationEnveloppe ingnifugeEx e60079-1
Matériel d'installation, moteurs, luminairesSécurité augmentéeEx d60079-7
Mesure et commande, technologie d‘automatisation, capteurs actionneursSécurité intrinsèqueEx i60079-11
Armoires de commutation et de commande, appareil d'analyse, ordinateursPressurisationEx p60079-2
Bobines de moteurs ou relais, électrovannesEncapsulageEx m60079-18
Transformateurs, relais, postes de commande, contacteurs magnétiquesImmersion dans l'huileEx o60079-6
Condensateurs, transformateursRemplissage pulvérulentEx q60079-5
Voir ci-dessus - uniquement en zone 2'Antidéflagrant'Ex n60079-15
Pour utilisation en zone 0, 1, 2 / pour utilisation en zone 1, 2Atmosphéres poussièreusesEx t60079-31
Aide ?
Megamenù

Il tuo carrello

Non ci sono più articoli nel tuo carrello